Ondata di coming out tra le popstar: essere queer è di moda?

Oggi vedremo una lista di alcune star che hanno fatto coming out, dichiarandosi LGBTQ/O+ ecc. Ma lo sono davvero?

Molte popstar di importante calibro si sono definite nell’ultimo periodo bisessuali, queer, lesbiche, non-binarie e via dicendo. Ma tutto questo è reale o è solo una moda?

A far sorgere dei dubbi ci sono parecchi punti: il fatto di essere a favore di una causa LGBTO procura più fan, per non parlare del fatto che quasi tutte hanno dichiarato di amare grandi star, mossa pubblicitaria? Vediamo insieme.

Katy Perry

Nel 2009. la prima numero #1 di Katy Perry fece molto discutere. Dopo il singolo “Ur So Gay”, venne presa per falsa “la Perry da un classico esempio che i ragazzi che si baciano sono sporchi, mentre le ragazze che si baciano sono sensuali […] promuove l’ipersessualizzazione delle donne che si baciano, e la demonizzazione degli uomini strani.” aveva tuonato la rivista Toronto Star. Nonostante questo, Katy è sempre stata al centro di scandali bisessuali, involontariamente o meno, da Bonnie McKee, Nicki Minaj, Miley Cyrus, Bebe Rexha e Doja Cat. Katy ha dichiarato che la canzone “I Kissed A Girl” era nata per la sua passione nei confronti di Scarlett Johansson. In un’intervista, invece disse di aver baciato una ragazza a scuola, ma un’altra disse di esserlo inventata per promuovere il singolo. In una terza intervista ha dichiarato: “Sì, ho baciato una ragazza e mi è piaciuto. Aveva il lucidalabbra che sapeva di ciliegia, e per questo ho scritto questa canzone”. In un’ultima intervista sulla reale ispirazione, disse “Forse sì, o forse no. Forse l’ho baciata, forse no.” Attualmente Katy ha dichiarato che si è pentita di aver scritto “I Kissed A Girl” perché ci sono molti riferimenti Bisex che sono cliché e sbagliati, che potrebbero risultare offensivi per gli stessi bisessuali, e vorrebbe poter riscrivere il testo daccapo.

Miley Cyrus


Era il 2014 quando Miley Cyrus scese dal palco durante un concerto a cui era presente Katy Perry per baciarla sulla bocca, con la lingua, e quando lo fece, Katy si fece indietro. Sia come sia, Miley è una bisessuale dichiarata, anzi lei dice di essere “pansessuale” : “Sono attratta dal corpo di uomini e donne”. Ma non è bisessuale, perché non è legato anche all’amore ma al puro sesso. E questo è vero, visto il numero di fidanzate e fidanzati che Miley ha cambiato negli anni. Nel 2015 Stella Maxwell, modella di Victoria’s Secret, ma la relazione dura solo l’estate, le due vengono pizzicate a baciarsi, ma poi la lascia. Miley allora dichiara di amare ancora il suo ex Liam Hensworth non solo a livello sessuale. Poco dopo lo lascia e si fidanza con Kaitlynn Carter, mostrando di essere realmente pansessuale, ma poi lascia anche lei.

Nicki Minaj

Nel 2010, Nicki Minaj afferma di essere bisessuale, e di amare sia uomini che donne. Non appartiene ad una “sottospecie” di bisessualità, ama uomini e donne, punto. In tour, esegue lap-dance su delle donne, tocca il loro seno e i loro glutei, twerka pubblicamente su altre, insomma questo è il suo pensiero, e non c’è niente di male nell’esprimerlo, nonostante coinvolga le fan in perfomance imbarazzanti. Nel 2020, dopo essere rimasta incinta, per la seconda volta (la prima aveva abortito), la Minaj canta nel remix di “Say So” di Doja Cat “Un tempo ero bi(sex) ora sono solo etero.” Ma è reale? Insomma, se sei bisessuale, ci resti tutta la vita…Oppure no? Poteva essere una pubblicità? Questo non lo sapremo mai, perché ora Nicki è etero. E basta.

Bonnie McKee

Bonnie McKee ha dichiarato di essere attratta da Justin Bieber, di trovarlo davvero “bollente”. Ma ha anche dichiarato che ha capito di essere bisessuale quando era bambina, e giocava al “dottore” con le sue amiche:
“Penso che sia una di quelle cose in cui, sai, penso che tutte le bambine giochino al ‘dottore’ con le loro amiche, e poi non sono mai cresciuta.” McKee a tale proposito aveva generato scandalo quando, nel 2010, discusse con Katy Perry, discussione da cui è nato il pezzo “Hold It Against Me” di Britney Spears: ““Accidenti Katy, se ti avessi detto che hai un bel corpo, me lo avresti rinfacciato?” Non è noto se la discussione sia stata amichevole o meno, ma Katy potrebbe averla presa male, Bonnie invece, con Dr.Luke scrisse una canzone al riguardo, che divenne proprio “Hold It Against Me“, dove Britney chiede ““Se ti dicessi che voglio il tuo corpo adesso, me lo rinfacceresti?” riferendosi però ad un uomo.

Rita Ora

Il singolo di Rita Ora “Girls” in collaborazione con Charli XCX, Bebe Rexha e Cardi B, fece molto discutere. Innanzitutto per un suo verso “a volte voglio baciare soltanto ragazze, ragazze, ragazze, vino rosso, voglio baciare soltanto  ragazze, ragazze, ragazze.” Questo verso creò grande scalpore, la rappresentante della comunità lesbica accusò Rita Ora di sottintendere di voler baciare le ragazze solo quando era ubriaca. Rita Ora ha poi sbiegato che intendeva dire che festeggiava con le ragazze bevendo vino rosso. Ma la scena finale del video le fece piovere accuse da tutte le parti, per il suo bacio con Cardi B, venne accusata di essersi finta lesbica per fare soldi, di aver montato un video fasullo, Rita Ora invece spiazzò tutti affermando “Sono una sostenitrice della comunità LGBTQ e continuerò ad esserlo. Che male c’è a baciare un’altra ragazza?” Nonostante la sua forte amicizia con Cara Delevigne, Rita Ora non è bisessuale dichiarata, quindi il fatto della trovata commerciale potrebbe essere reale. Queste sono solo supposizioni, ma non si può certo chiedere a Rita se è vero, perché sarebbe come chiedere all’oste se il suo vino è buono.

Bebe Rexha

Bebe Rexha, proprio quando uscì il singolo “Girls” ammise di potersi innamorare anche delle donne, e di essere bisessuale, baciando Rita Ora, tenendola per mano, e scambiando effusioni con lei agli MTV VMA 2018. Dopo anni di silenzio, Bebe è tornata sul punto, parlando questa volta di Katy Perry: “È bellissima!” e ha continuato definendola “la miglior perfomer” in un programma televisivo dove le veniva chiesto di scegliere tra alcune star la migliore in un certo campo. Ha anche definito Bruno Mars il “miglior ballerino”. Poi parlando di Katy disse di essere innamorata di lei, e di essere in competizione con suo fratello, che è (era?) a sua volta innamorato di Katy. Bebe disse che voleva assolutamente collaborare con Katy, e i fan attesero a lungo la collaborazione nel 2021, che però non arrivò. Arriverà mai?

Lady Gaga

Lady Gaga ha sempre cantato canzoni per la comunità LGBTO, e per tutte le persone sottostimate. Questa cosa le fa onore, ma nel 2020 Gaga dichiarò di non cantare queste canzoni solo perché di supporto, ma perché le piacciono le donne lesbiche: “Mi piacciono le lesbiche, il loro modo di provarci con un’altra donna è come quello dei maschi, se non meglio.” Queste dichiarazioni sono uscite poco dopo la release del singolo “911” e stranamente poco dopo il singolo ha avuto più successo in classifica…Un caso?

Doja Cat

Chance the Rapper, Chris Brown e Katy Perry hanno più volte fatto i complimenti a Doja Cat, dicendo di amare la sua musica, e di voler collaborare con lei, ma Doja nel settembre 2018, è stata attaccata per diversi suoi vecchi tweet omofobi. In particolare, in uno risalente al 2015, descriveva i rapper Tyler, The Creator ed Earl Sweatshirt con slang omofobi. Doja si è scusata per questo, ma con frasi poco chiare. In seguito, la rapper-popstar, ha dichiarato nel 2020 di essersi lasciata col suo fidanzato perché bisex, e perché quest’ultimo non voleva che collaborasse con star presunte “omosessuali” come Katy Perry e Lil Nas X. Non è chiaro se Doja sia realmente bisex, secondo alcuni ha detto di esserlo solo per mettere a tacere lo scandalo dei tweet omofobi. Dopo questa sua dichiarazione, però, è finita su tutti i giornali ottenendo più notorietà.

Demi Lovato

Nel 2021, con l’uscita del suo album “Dance With The Devil…The Art Of Starting Over” Demi ha ammesso di essere “non-binaria”. Questo significa che lei non si identifica né nel genere femminile, né in quello maschile, quindi non può essere chiamata con pronomi quali “he/she” (lui/lei) e non possono venir utilizzati aggettivi come “his” (suo nel senso maschile) o “her” (suo nel senso femminile). Deve invece essere chiamata con “they” (loro) e con l’aggettivo “their” (di loro). «Demi Lovato vuole le sia dato del loro, come il Mago Otelma», ha commentato ironicamente su Twitter la comica Michela Giraud, tra gli ospiti anche della prima stagione di LOL. Tuttavia la battuta, in Italia e anche all’estero non è stata presa ironicamente, e Michela ha dovuto scusarsi pubblicamente, anche per via di minacce alla sua persona.
Si è sempre pensato che Demi fosse queer e non volesse ammetterlo, dato che uno dei suoi più grandi successi “Cool For The Summer” sembra riferirsi ad una donna. Quando venne criticata per questo, accusata di aver copiato Katy Perry, lei disse “che male c’è se una ragazza dice di voler baciare un’altra ragazza?” Demi non ha ancora rivelato la vera natura della canzone, ma la sua non è affatto una trovata commerciale. Demi è realmente non-binaria, e va rispettata per questa sua scelta.

Muna

Le Muna sono una band musicale dark-pop, composta da Katie Gavin, Josette Maskin, e Naomi McPherson. Le tre si sono conosciute in università, e hanno stabilito la loro sede a Los Angeles. Si identificano tutte e tre come queer, mentre McPherson è non binaria. Per questo nelle loro canzoni non utilizzano mai pronomi come “he” o “she”, e nemmeno gli aggettivi “his” o “her”. Usano le parole “boy” e  “girl” per esprimere i concetti, se invece vogliono tenerli nascosti “they”. Naomi McPherson ha dichiarato: “”Sono non-binaria e mi sento al sicuro perché noi tre siamo un piccolo esercito l’una per l’altra. Non ho paura di essere me stessa. Questo mi rende orgogliosa di essere queer. Questo è il motivo per cui lo facciamo. Vogliamo un rifugio sicuro”. Nel giugno 2020, in onore del 50° anniversario della prima parata del Pride LGBTQ , Queerty li ha nominati tra i cinquanta eroi “che guidano la nazione verso l’uguaglianza, l’accettazione e la dignità per tutte le persone”.

Queste sono solo alcune delle star queer o non-binarie. Voi cosa pensate al riguardo? Sono davvero tutte così, o alcune lo hanno fatto per pubblicità? Se l’argomento è di vostro interesse lasciatemelo sapere nei commenti, posso farne una seconda parte al maschile.
Essere LGBTO comunque è un modo di essere o è una moda? Fatemi sapere la vostra opinione.

Lascia un commento

Chiudi il menu
×
×

Carrello