Katy Perry è nei guai!

Katy Perry era già stata accusata di plagio e stregoneria, cosa ne penserà la corte di Los Angeles?

Katy Perry si è dovuta presentare in tribunale per fornire la sua versione sulle accuse di plagio mosse dal rapper Flame per uno dei più noti singoli della cantante. “Dark Horse, la canzone tanto amata dai suoi fan che le valse il secondo disco di diamante della sua carriera potrebbe non venire più esibita live, oppure Katy dovrà un risarcimento a Flame o ancora pagargli i diritti per ogni volta che viene esibita o riprodotta.

Pare infatti che Katy abbia copiato il ritmo di “Dark Horse” dalla canzone “Joyful Noise” dopo il rapper cristiano Flame parla di redenzione, di Gesù Cristo e di come la fede possa salvare le persone. Flame ha citato Katy Perry non solo per aver infranto i copyright, ma anche perché “Dark Horse”  evoca un rito malvagio: “Il messaggio religioso di “Joyful Noise” è stato irrimediabilmente rovinato dall’associazione alla stregoneria anti-Cristiana, pagana, di magia nera e degli illuminati della Perry”

Katy ha detto di aver scritto la canzone ispirandosi ad una strega innamorata, ecco le sue dichiarazioni ” un uomo si innamorerà di una strega che lo avvisa che se davvero la ama lei dovrà essere la sua ultima donna.” Katy già allora aveva parlato di stregoneria, ma non di certo di messaggi satanici. In molti però hanno notato che nel video ci sono rimandi alla cultura egiziana, che farebbero di lei un’Illuminata, ed alcuni hanno ipotizzato che sia “una donna dai super poteri oscuri che riesce a trascinare le masse, venerata come una dea, e che serve l’oscuro signore per prendere il controllo del mondo”. Certo, Katy ha sempre voluto prendere il controllo del mondo…Lo sanno tutti che è una cospiratrice. Stranamente queste ca**ate sono state prese per buone dal tribunale, anche se in seguito le accuse le sono state rimosse. Katy era già   stata accusata di essere contro i Musulmani, per aver fulminato nel video un uomo che portava il simbolo di Allah, ed averlo trasformato in un gioiello da mettere sui denti (si chiamano grillz) tanto che la Capitol Records ha dovuto rimuovere il simbolo dal video.  Tuttavia ancora un’accusa regna sovrana: aver infranto i copyright. Katy ha dichiarato di non aver mai sentito prima la canzone “Joyful Noise” e che non sapeva nemmeno esistesse. L’unica cosa certa è che i produttori Dr.Luke e Cirkut abbiano detto di aver composto il testo, e glielo avrebbero fatto passare per buono, quindi lei era all’oscuro del fatto che i copyright fossero stati infranti. Il giudice avrebbe anche chiesto di ascoltare e confrontare le due canzoni in tribunale, ma per problemi tecnici non ci è riuscito. A quel punto Katy si sarebbe offerta di cantare la canzone, scatenando l’ilarità dei presenti, e il giudice ha richiamato tutti all’ordine.

Katy si è anche detta sicura però che la composizione sia la stessa di “Joyful Noise, sebbene in  tribunale non si sia potuta ascoltare, e che si tratta di un plagio, ma non voluto da lei, che quando rilasciò il singolo più potente dal suo album “Prism” uscito nel 2013, non aveva intenzione di plagiare nessuno, dunque la colpa sarebbe da indirizzare al Dr.Luke ed agli altri produttori e compositori, che l’avrebbero ingannata “io stessa sono stata plagiata”.

Le foto fuori dal tribunale sono state scattate e mostrano Katy Perry indossare degli occhiali da sole, una camicia verde, in sintonia con gli orecchini ed una maglietta bianca. Dato che secondo la legge statunitense, non si possono riprendere video o foto in tribunale, un disegnatore scelto dalla giuria ha fatto uno schizzo durante la testimonianza della cantante.

Voi cosa pensate? Alcuni credono, che Katy, avendo iniziato nel 2001 con un album cristiano, sapesse dell’esistenza di “Joyful Noise“, altri ritengono che non sia così. Cosa deciderà il tribunale Lunedì 29 Luglio 2019? In molti se lo chiedono, ed i Katy Cats tremano al fatto di non poter più vedere esibita “Dark Horse” dal vivo nei prossimi tour.


Il video ufficiale di “Dark Horse


Il video ufficiale di “Joyful Noise

Lascia un commento

Chiudi il menu
×
×

Carrello