5 canzoni che parlano di problemi mentali 44

Oggi vedremo altre cinque canzoni che parlano di problemi mentali

Faccio una piccola premessa: innanzitutto ringrazio tutti voi per lo spazio che date a questa rubrica e le numerose visite, poi vi ricordo che chiaramente si parla di problemi psicologici, che vanno trattati con le pinze – da un certo punto di vista – e ben analizzati da un altro. In questa puntata vedremo dei casi – tra gli altri – in cui l’amore fa dannare e può far impazzire. Sebbene queste canzoni possano sembrare normali canzoni che parlano di amore, sono le stesse cantanti, nel testo (o nel video) a far capire che l’amore le fa impazzire, stare male psicologicamente. Una lo dice esplicitamente “i’m freaking out” (“sto sclerando” in gergo, sinonimo di “sto impazzendo”). Alcune persone non riescono a reggere tale peso, e se si sentono messe alle strette non sanno più come comportarsi. È una situazione apparentemente normale, ma che crea disagio psicologico…Detto questo, iniziamo!

Unfeel It- Rita Ora

Rita Ora riconosce di essere innamorata, ma forse non è la persona giusta, o forse è proprio quella giusta, e questo la “incasina” e la fa “impazzire” e “inca**are”. È stata colta alla sprovvista, ma sente che questo amore non può essere evitato. Nel ponte canta “Non ti amo, fancu*o ti amo. È un’ossessione, più vicina al Paradiso.” Questo ci fa capire che l’ossessione che ha Rita la porta in uno stato di pace, vicina al Paradiso appunto, però resta un’ossessione, cioè una dipendenza. Oltre a ciò Rita è molto indecisa, ma sotto sotto ama quest’uomo. Ora lei si trova “incasinata” (nella clean version) e canta: ” Mi hai rinchiuso il cuore e non riesco proprio a scappare. E non riesco a non sentirlo (Ooh), come posso non sentirlo?” Il verbo in questo è “feel” quindi percepire un sentimento o qualcosa in Inglese, in questo caso l’amore, ed è come dire “come posso non sentire l’amore?” Rita si sente pazza, lei ama quest’uomo, ma cos’è l’amore? È qualcosa che sente e le fa male, appunto perché non riesce a toglierselo dalla mente, portando ad un’insana ossessione. Basterebbe che lei dicesse di sì a quest’uomo, come poi è successo nella realtà, perché lei sa che non riesce a rifiutarlo, ma qualcosa la trattiene dal dire di sì, obbligandola a pensare a lui. Lei stessa canta: “I miei amici pensano che io sia pazza e hanno ragione. È così bello, bello, dolce amore, tenerti sveglio tutta la notte. Oh, tesoro, come osi? Mi sto incasinando la mente. Sto impazzendo, sto impazzendo, sto impazzendo, sto impazzendo!” La notte chiaramente pensa all’amore, e questo le toglie il sonno. Al contempo lei tiene sveglio lui tutta la notte. Interessante questa parte di testo, da analizzare prima di passare alla prossima: “Perché sei un pazzo, io sono la tua cavaliera, se me lo chiedessi, sarei proprio lì. Quindi avvicinati, mia supernova” Lei vorrebbe che l’uomo “pazzo” (in realtà pazzo di lei) le chiedesse qualcosa, di stargli vicino, qualsiasi pretesto è buono per passare del tempo con lui ma… è una supernova. Ma cos’è una supernova? Una stella che sta per esplodere, creando grandi disastri nella galassia. Se ad esempio il sole dovesse esplodere, tutti noi moriremo. Una supernova è come una bomba, qualcosa che distrugge; lei sente che più gli sta vicino più diventa pericolosa la situazione, potrebbe esplodere in una supernova, quindi o a senso sessuale, o a senso psicologico, ma al contempo vuole passare del tempo con lui, e chiede che lui le stia vicino. Un po’ confusa, non trovate?

Style – Taylor Swift

Voi potreste dirmi, da Swifties: “Perché non aspetti la Taylor’s Version che esce domani?” No, non posso, perché il significato non è solo nel testo, ma anche nel video. La canzone è dedicata a Harry Styles, ex di Taylor Swift, che lei inizialmente trovava come un’ossessione e viceversa, ma ora sono in buoni rapporti. È uno dei pochi ex di Taylor con cui lei è ancora in buoni rapporti. Ma nel video vediamo esattamente quello che lei dice nel testo: “Quindi va così, lui non può tenere i suoi occhi selvaggi sulla strada.” Vediamo un ragazzo guidare di notte al buio, eppure anche se è solo, lui vede seduta nel sedile posteriore Taylor, la vede nello specchietto retrovisore (immagine di copertina). Lei stessa afferma che questo ragazzo ha un fascino seducente ma mortale, non per lei, ma per lui, si autodistrugge, e lei si preoccupa per lui. Infatti canta: “Tu hai quel bellissimo sguardo sognante alla James Dean nei tuoi occhi” (se non sapete chi è James Dean, gli ho dedicato un articolo, cliccate sul suo nome in grassetto). Nel video inoltre vediamo che non appena il ragazzo si sveglia, nel cuore della notte, (ossessione? decisamente!) vede proiettate sulle sue tende delle immagini di Taylor Swift che scorrono come in un video. Allo stesso modo, Taylor è davanti vetri che si infrangono formando una ragnatela, è intrappolata tra i vetri rotti, un modo di dire che indica che lei non può uscire da quella tela, altrimenti si ferirebbe con i vetri rotti e taglienti. Quindi entrambi si rincontrano e cedono alla passione da 2:21 a 2:30, dove i due si spogliano, si abbracciano in maniera intima e si baciano, subito dopo che lui confessa di essere uscito con un’altra. Poi rispuntano i fulmini. Nel ponte Taylor capisce di aver fatto uno sbaglio a tornare col suo ex, ma è dilaniata, e canta urlando: “Portami a casa!” Nel primo pre-ritornello invece canta: “Io dovrei dirti di lasciare, perché io… So benissimo dove porta, ma io…” E non riesce a dirglielo. In qualsiasi caso, anche se lei ed Harry Styles si sono lasciati, sono ancora in buoni rapporti, e la canzone “Question?” di Taylor Swift fa pensare che lei lo rivorrebbe indietro, e questo è molto più di un sospetto.

4 Minutes – Madonna, Justin Timberlake e Timbaland

“Abbiamo solo quattro minuti per salvare il mondo” in realtà loro hanno solo quattro minuti per salvare la loro relazione. Nel video, alquanto perturbante, ma anche carico di desiderio sessuale, vediamo le persone venire consumate dal tempo. C’è una cronofobia. Madonna non si sente libera di fare ciò che vuole (il sesso) perché ha paura dello scorrere del tempo, e dà quattro minuti al suo uomo per risolvere la situazione. Se il video non fosse così folle, da strappare la pelle delle persone, si potrebbe pensare anche a qualcosa di positivo, ma c’è una cronofobia evidente; sia Madonna che Justin Timberlake fuggono dal tempo che consuma tutto, Madonna inoltre canta “La strada per l’inferno è asfaltata con buone intenzioni, sì.” Mentre Justin Timberalke canta “Ma se muoio stanotte almeno posso dire di aver fatto quello che volevo fare.” Cosa significa questa frase? Lei teme di andare all’inferno, se dovesse cedere sessualmente al suo compagno, ma la sua costante paura del tempo e della morte le dice di concedersi a lui, che secondo Madonna è una buona intenzione, anche se il tempo finirà e li consumerà. Justin non teme, come Madonna, l’inferno, vuole dire di aver fatto sesso con lei. Alla fine i due si lasciano andare, e muoiono consumati dal tempo. O almeno a loro sembra così. Qui è difficile capire la loro percezione delle cose, la loro percezione del tempo, e quanto sia grande la loro paura del tempo. Tuttavia entrambi sanno che se cederanno, moriranno. In realtà è solo la cronofobia a parlare, e sappiamo che le paure non sono razionali, cosa che spiega anche il video molto astratto e irrazionale.

Ragazza Sola- Annalisa

Annalisa è rimasta sola, ma alla fine della canzone non è più sola, perché come ha spiegato lei stessa, si salva da sola. Non c’è nessuno con lei, è lei con lei, ma lei stessa si fa compagnia e non si sente più sola. Una canzone di empowerment, quando dice “che da quando ci sei tu non è più sola” l’ultima strofa della canzone, si riferisce a sé, da quando lei ha capito di poter contare e di aver fiducia in se stessa, non è più sola. Nel video la vediamo esibirsi in una sala senza pubblico, ma lei ha paura di salire su quel palco, guarda dietro il sipario, incerta. Questo rappresenta la sua solitudine: cantare è ciò che la salverà, ma deve affrontarla, e la sala vuota rappresenta il vuoto che ha in sé, la sua solitudine appunto, che lei deve affrontare per non sentirsi più sola. Alla fine ce la fa, vince la sua paura della solitudine, e si riconcilia con se stessa.

Madness – Muse


Nel video vediamo una guerriglia urbana, e delle scene in cui un uomo e una donna si danno di spalle su un treno. Poi scendono e iniziano a camminare nella guerriglia urbana, fra persone armate di ascia, polizia con idranti ecc. Nel ponte la donna afferra l’uomo per il collo e grida (con la voce del cantante del gruppo) “e finalmente ho capito di aver bisogno del tuo amore, di aver bisogno del tuo amore”. È chiaro che l’uomo e la donna sono attratti l’uno dall’altra, ma entrambi non vogliono ammetterlo così apertamente, ma in quello scenario che potrebbe essere la fine del mondo, vogliono dichiararsi. Alla fine del video, i due ricompaiono sul treno, dandosi le spalle, come se tutto fosse stato un sogno. Vediamo il testo: “Io, io non riesco a tener questi ricordi fuori dalla mia mente
è una specie di pazzia, ha iniziato ad evolversi. Ho provato così tanto a lasciarti andare, ma questa specie di pazzia mi sta inghiottendo completamente.” È chiaro che i ricordi sono dolorosi dopo la fine di una relazione, si capisce che hanno avuto una relazione perché il soggetto ha dei ricordi, ma – poi – qualcosa deve essersi opposto. La relazione li ha fatti impazzire entrambi, e la fine è stata molto traumatica. Poi continua: “E so, ho bisogno di sapere, è vero amore? O è solo la pazzia che ci tiene a galla? Ma quando ripenso a tutte le lotte folli che abbiamo fatto
è come se una specie di pazzia avesse preso il controllo.” Questo non si può definire amore, ma un bisogno di amore, quindi siamo nel campo dei disturbi della sfera affettiva, i disturbi schizoaffettivi. Verso la fine, appunto, la donna si dichiara, urlando: “e finalmente ho capito di aver bisogno del tuo amore, di aver bisogno del tuo amore”, ma poi tutto torna come prima. La follia li ha investiti, e non c’è via di scampo, per quanto loro cerchino di tenerla a bada. Infine, il fatto della guerriglia urbana, ma che lascia loro illesi, significa una cosa sola: è tutto nella loro testa. Se così non fosse resterebbero feriti, qualcuno li attaccherebbe. In realtà è una lotta fra di loro, che loro immaginano come l’apocalisse.

E voi cosa pensate di queste cinque canzoni sui problemi mentali? Come al solito, fatemelo sapere nei commenti!

Lascia un commento

Chiudi il menu
×
×

Carrello