Taylor Swift “I Know Places” video, testo, traduzione, analisi ed esibizione live

“I Know Places” è la mia canzone preferita di Taylor Swift! Scopriamola insieme e come è stata scritta!

“I Know Places” è stata scritta da Taylor Swift per “1989”, e doveva essere una canzone rock. Inizialmente progettata al pianoforte, la canzone poi è stata evoluta con batteria e chitarra.

Tutto accadde nel 2012, quando uscì “Red”, e la fidanzatina d’America, venne accusata di non essere una vera cantante country, per via delle sue influenze pop e rock nell’album. La cantante dichiarò di voler passare completamente al pop, e di volere queste musicalità, e durante il tour a promozione di “Red”, nel 2013, iniziò a scrivere canzoni pop-rock per il suo prossimo album, la cui uscita era prevista nel 2014, dato che la Swift aveva annunciato ai suoi fan che avrebbe pubblicato un album ogni due anni. Taylor iniziò a cercare produttori pop-rock, e – dato che era molto affascinata da Ryan Tedder e dagli OneRepublic (gruppo di cui Ryan Tedder è il cantante) – contattò proprio Tedder.

Lo contattò tramite una Memo Vocale, cioè una nota audio registrata sul cellulare, e gli inviò la canzone, per come l’aveva finora scritta, “I Know Places”. Sempre con Tedder collaborò anche per “Welcome To New York”. Tornando a “I Know Places”, la Swift la scrisse riferendosi al “circo mediatico” che si era sviluppato intorno alla sua relazione con Harry Styles.

Taylor Swift – come spiega nella memo vocale del suo album “1989” del 2014, voleva una canzone dal testo oscuro (poi vedremo le sue parole) e inviò la memo vocale a Ryan Tedder con questo testo:

“Okay so this is kind of this rough idea thing:

Uh-uh-uh-oh, oh-oh-oh-i
Oh-oh-oh, oh-oh-oh-i
Oh-oh-oh-oh, oh-oh-oh-i-i-i

Na na na na waiting at the back door
They’re around and the vultures come around
And you know that they won’t, they won’t us
Say what they want ’bout, say what they want ’bout us
And you come and sing and listen
I would not think about it but I’m not done
Every know that a thing or two about it, thing or two about it, I

‘Cause they got the cages, they got the boxes
And guns
They are the hunters we are the foxes
And we run
Baby, I know some places we won’t be found
And they’ll be chasing their tails trying to track us down
‘Cause I, I know places we can hide
I know places, I know places

Uh-uh-uh-i, uh-uh-uh-i, oh-oh-i, uh-uh-uh-i, know places”

 

(“Okay, questa è un’idea piuttosto approssimativa:

Uh-uh-uh-oh, oh-oh-oh-io
Oh-oh-oh, oh-oh-oh-io
Oh-oh-oh-oh, oh-oh-oh-io-io-io

Na na na na aspettando alla porta sul retro
Sono in giro e gli avvoltoi vengono in giro
E sai che non lo faranno, non lo faranno con noi
Di’ quello che vogliono, dì quello che vogliono di noi
E tu vieni, canti e ascolti
Non ci penserei ma non ho finito
Tutti sanno che una o due cose al riguardo, una o due cose al riguardo, io

Perché loro hanno le gabbie, loro hanno le scatole
E le pistole
Loro sono i cacciatori, noi siamo le volpi
E noi corriamo
Tesoro, conosco alcuni posti in cui non verremo trovati
E si rincorreranno la coda cercando di rintracciarci
Perché conosco i posti in cui possiamo nasconderci
Conosco posti, conosco posti

Uh-uh-uh-io, uh-uh-uh-io, oh-oh-io, uh-uh-uh-io, conosco i posti”)

Questa è esattamente la parte che Taylor ha mandato a Ryan Tedder, precisando che si trattava di un’idea approssimativa. “Tutti sanno che una o due cose al riguardo” canta mentre suona il pianoforte, facendo riferimento alla sua relazione con Styles e alla sua vita privata. Tedder prese l’idea di fondo della Swift, mantenendo alcune parti come il ritornello, gli avvoltoi e gli “io-io-io”, e modificò la canzone leggermente nei testi, in un procedimento avvenuto con la stessa Taylor Swift. Ma cambiò la musica: dal piano, passò il genere della canzone alla chitarra. Entrambi decisero di lasciare la musicalità dark voluta da Taylor, ma con componenti più rock e meno da ballad pop.

Ecco cosa dice Taylor Swift della canzone:

Quindi, nel corso degli anni, molte persone mi hanno chiesto di descrivere il mio processo di scrittura delle canzoni dall’inizio alla fine.
Quanto tempo ci vuole, dove scrivi, quali sono le circostanze, inizi con la musica, inizi con i testi, e la mia risposta è sempre che succede ogni volta in modo diverso, ed è per questo che sono ancora così innamorata con la scrittura di canzoni.
Quindi quello che ho fatto qui è mostrarti tre diversi esempi delle fasi iniziali di queste canzoni e di come sono iniziate, in modi diversi.
Quindi te li spiegherò e forse questo ti aiuterà a capire come metto insieme le canzoni

Ho inviato questo promemoria vocale a Ryan Tedder perché ho sempre desiderato lavorare con lui e alla fine abbiamo programmato un po’ di tempo in studio.
Quindi voglio essere sempre preparata.
Volevo trasmettergli l’idea su cui stavo lavorando prima di entrare in studio nel caso in cui mi avesse risposto dicendo “Non lo sopporto, voglio lavorare su qualcos’altro, pensare a qualcos’altro”
Quindi mi sono seduta al pianoforte, ho messo il telefono sopra il pianoforte e gli ho spiegato dove volevo andare con la canzone, come vedevo la melodia e alla fine abbiamo registrato la canzone il giorno successivo. e finì per essere inclusa nel disco e intitolata “I Know Places”
Quindi questo era il memo vocale che gli ho inviato la sera prima di finire la canzone( si sente la memo vocale riportata sopra)
O qualunque cosa
Non lo so, ma fondamentalmente è proprio come un testo oscuro, davvero oscuro, tipo bridge e parla di tutti che cercano di entrare e rovinare un amore o qualcosa del genere, ed è come se tu, qualunque cosa , sai, e il ritornello andrebbe a quella major e direbbe semplicemente ooh ritornello.
Quindi spero che vi piaccia, non sarebbe una cosa da pianoforte
Sarebbe, tipo, [*emette un vocalizzo*]
Tipo, molto, tipo, battuto. Ora sto solo emettendo suoni strani
Spero ti piaccia!”

Le background vocali sono elettroniche, nella Taylor’s Version sono leggermente più cupe, e stando ai credits Ryan Tedder suona la chitarra e i synth, e si occupa anche delle background vocali del brano.

Ora che sappiamo di più su questo brano, vediamo testo e traduzione:

TESTO E TRADUZIONE

(EN)

[Intro]- recorder click sound

I-I-I-I, I-I-I-I
I-I-I-I, I-I-I-I
I-I-I-I, I-I-I-I, I-I (I, I)

You stand with your hand on my waistline
It’s a scene and we’re out here in plain sight
I can hear them whisper as we pass by
It’s a bad sign, bad sign
Somethin’ happens when everybody finds out
See the vultures circlin’, dark clouds
Love’s a fragile little flame, it could burn out
It could burn out

‘Cause they got the cages, they got the boxes and guns
They are the hunters, we are the foxes and we run

Baby, I know places we won’t be found
And they’ll be chasing their tails tryin’ to track us down
‘Cause I, I know places we can hide
I know places, I know places

Lights flash and we’ll run for the fences
Let them say what they want, we won’t hear it
Loose lips sink ships all the damn time
Not this time

Just grab my hand and don’t ever drop it, my love
They are the hunters, we are the foxes and we run!

Baby (Baby), I know places we won’t be found
And they’ll (They’ll) be (Be) chasing their tails tryin’ to track us down
‘Cause I, I know places we can hide
I know places

They are the hunters, we are the foxes and we run
Just grab my hand and don’t ever drop it, my love

Baby (Baby), I know places we won’t be found
And they’ll (They’ll) be (Be) chasing their tails tryin’ to track us down
‘Cause I, I know places we can hide
I know places

(I) They take their shots, but we’re bulletproof (I know places)
(Hide) And you know, for me, it’s always you (I know places)
(I) In the dead of night, your eyes so green (I know places)
(Hide) And I know, for you, it’s always me (I know places)

I-I-I-I, I-I-I-I
I-I-I-I, I-I-I-I (I, I)

[outro]- recorder click sound

 

⬇⬇⬇ The article continues below

 

(IT)

 

[Intro] – suono di accensione di un registratore (1)

Io, io, io, io, io, io, io, io-io
Io, io, io, io, io, io, io, io-io
Io, io, io, io, io, io, io, io-io, io-io, (io, io)

Tu tieni la tua mano sui miei fianchi
È uno spettacolo e siamo in piena vista
Li sento sussurrare mentre camminiamo
È un brutto segno, brutto segno
Succede qualcosa quando tutti lo vengono a sapere
Vedo gli avvoltoi che ci girano intorno, nuvole oscure
L’amore è una piccola e fragile fiamma, può spegnersi
Può spegnersi

Perché loro hanno le gabbie, hanno le scatole e le pistole
Loro sono i cacciatori, noi siamo le volpi e noi corriamo

Tesoro, conosco dei posti dove non ci troveranno
E rincorreranno le loro stesse code cercando di rintracciarci
Perché io, io conosco dei posti dove possiamo nasconderci
Io conosco dei posti, io conosco dei posti

Le luci lampeggiano e noi corriamo più che possiamo
Lascia che dicano quello che vogliono, noi non li ascolteremo
Le chiacchiere affondano navi ogni dannata volta (2)
Non questa volta

Prendi la mia mano e non lasciarla mai andare, amore mio
Loro sono i cacciatori, noi siamo le volpi e noi corriamo!

Tesoro, conosco dei posti dove non ci troveranno
E rincorreranno le loro stesse code cercando di rintracciarci
Perché io, io conosco dei posti dove possiamo nasconderci
Io conosco dei posti

Loro sono i cacciatori, noi siamo le volpi e corriamo
Prendi la mia mano e non lasciarla mai andare, amore mio

Tesoro (Tesoro), conosco dei posti dove non ci troveranno
E loro rincorreranno ( loro rincorreranno) le loro stesse code cercando di rintracciarci
Perché io, io conosco dei posti dove possiamo nasconderci
Io conosco dei posti

(Io) Loro sparano i loro colpi, ma noi siamo a prova di proiettile (Conosco dei posti) (3)
(Nascondiamoci) E tu lo sai che per me, tu sei tutto (Conosco dei posti)
(Io) Nel buio della notte, i tuoi occhi sono così verdi (Conosco dei posti)
(Nascondiamoci) E io lo so che per te, io sono tutto (Conosco dei posti)
Io, io, io, io, io, io, io, io-io
Io, io, io, io, io, io, io, io-io

[outro] –  suono di un registratore che si spegne

 

 

 

⬇⬇⬇ L’articolo continua sotto

(1) Il suono di accensione del registratore all’inizio della canzone, indica che nonostante Taylor conosca posti dove nascondersi qualcuno ascolta sempre le conversazioni tra lei e il suo fidanzato.

(2) “Loose lips sink ships all the damn time” (cioè “le chiacchere affondano navi ogni dannata volta”) è un riferimento al popolare motto della seconda guerra mondiale “labbra sciolte/chiacchiere potrebbero affondare navi”. Era un motto che faceva anche rima, e che invitava a non parlare di segreti di guerra, che potevano mettere le navi da guerra nascoste in pericolo. In questo caso la nave è la relazione tra lei e Harry Styles, e teme che il gossip possa affondarla, ma questo non deve assolutamente succedere. (immagine e fonte: Genius Lyrics)

(3) I colpi che sparano non sono di fucili o cannoni, ma i flash di fotografi. La canzone paragona la caccia dei paparazzi, affamati di scoop su Taylor ed Harry a dei cacciatori che inseguono le volpi. Questo significa che nonostante gli scatti dei fotografi, paragonati a colpi di proiettile, Taylor e il suo amato sono capaci di sfuggire, o di evitare di farsi riprendere, sono a prova di proiettile, a prova di scatti, sono abituati e sanno come evitarli, o come nascondersi, nei posti che Taylor conosce.

(4) Il suono indica che le persone che stavano ascoltando la conversazione tra Taylor Swift e il suo amato hanno registrato, e hanno carpito le informazioni.

Interpretazione del video ed esibizione live al 1989 World Tour

Il video non è altro se non che il video di background girato per il “1989 World Tour” ed è abbastanza inquietante. Ci sono delle porte che si aprono, dove individui senza faccia si affacciano, oppure delle pantere con degli strani cappelli. Vediamo anche delle fiamme, degli avvoltoi, e delle gabbie che svolazzano su uno sfondo molto cupo, mentre piove. Il video dà il senso di qualcosa di estremamente negativo, malvagio e mostruoso che vuole catturare Taylor e il suo amato, e rinchiuderli nelle gabbie, aiutato da strane entità spiritiche e oscure umanoidi senza nome, pantere nere e terrificanti avvoltoi. Il video mostra anche molte porte, una delle quali conduce al posto che Taylor conosce e sa di potersi nascondere. Per raggiungerla, deve correre attraverso labirinti e labirinti di porte, gabbie e persone ombra che si affacciano. Vediamo l’esibizione live del 1989 World Tour, che aveva una coreografia mimata sul video e veramente straordinaria!

Nell’esibizione live ci sono dei ballerini vestiti come uomini in giacca e cravatta e cappello a bombetta, con delle strane maschere oscure, che ci riportano agli oscuri esseri ombra del video.
Tra di loro si nasconde l’amato di Taylor Swift. La cantante attraversa il palco, passando tra una porta e l’altra, e fuggendo continuamente con il suo amato agli strani uomini oscuri, che sembrano volerli seguire, per scopi tutt’altro che buoni. Prima della fine dell’esibizione, Taylor esegue degli acuti, così come anche prima del ponte.
Ad un certo punto – più precisamente da 3:02 a 3:26- Taylor cambia leggermente l’aria della canzone, rendendola meno cupa, eseguendo una coreografia sexy col ballerino che rappresenta il suo interesse amoroso.
A 4-21, per circa 7 secondi, su una base ritmata, Taylor esegue una coreografia spaccante, muovendo la testa da destra a sinistra, piegandosi al suono della batteria, mentre lei non canta, e nemmeno le coriste, ma un suono registrato ripete “I-I”.

E voi cosa pensate di questa canzone di Taylor Swift? Fatemelo sapere in un commento!

Lascia un commento

Chiudi il menu
×
×

Carrello