Alex W – La mia canzone per te – audio, testo e analisi

Un grande pezzo da cantautorato, dove Alex W dedica un pezzo ad una ex

“Parlo sempre di te, ma io non ti penso mai; ed è un po’ come credere in Dio e non pregare mai.” Una canzone di cui trovo il tratto più significativo: Alex parla di una ex, di cui è ancora innamorato, ma non vuole pensare a lei, perché sa che gli farebbe male. Quindi le dedica una canzone, per sapere come sta la ragazza a cui ha dedicato il brano.

Alex Wyse, ha scritto il pezzo con Ermal Meta. Sui social i due fornivano indizi ai fan a proposito di una loro collaborazione, molti pensavano ad un featuring, ma in realtà Alex canta da solo su un testo di Ermal Meta.

Non è da escludere un remix live, come ha fatto per “Senza Chiedere Permesso”, scritta da Michele Bravi, o con “Dire, Fare, Curare” di cui ha pubblicato un remix con la cantante Sophie & The Giants.

Un brano sicuramente molto bello e introspettivo, dove Alex si guarda dentro e pensa per la prima volta a questa ragazza, dedicandole un pezzo. Una ragazza con cui dice di essere cresciuto insieme. La canzone era stata presentata da Alex a Sanremo Giovani 2023, ma è stata rifiutata (in modo completamente ingiusto!)

Ad ogni modo, a causa del rifiuto, noi possiamo ascoltarla prima, anche se – come si è dimostrato anche a Sanremo 2023-  ormai la kermesse conta più sul trash, sul palcoscenico ricco di scenate, come quella programmata di Blanco, o di altri cantanti  che in fascia protetta hanno dato esempio di essere lì più per fare spettacolo e casino che per cantare. Alex è un cantante che non si presta al trash, e questo lo ha penalizzato un po’.

Alex ha spiegato così il brano, che è una “reazione ad un addio”.

“Allontanarsi non è perdersi; non vedersi più non è dimenticarsi. Si inciampa tra le pieghe di una storia e poi si cade, ritrovandosi seduti sul bordo di una trama della quale conosci il finale. Si può credere senza pregare, ma non si può amare senza lottare. A volte questa lotta la perdi, ma anche quando farà male ne potrai cantare e trarne qualcosa di positivo, persino un sorriso”.

Vediamo il testo della canzone

TESTO

Che bella che sei
Quando dici che mi vuoi lasciare
Anche se siamo cresciuti insieme
Aprile con la neve
Che bella che sei
Che sorridi ma sto per andare
E il sorriso è poi la cosa che
Mi ha fatto più male
Un’altra casa e la disposizione
Di nuovi mobili e il televisore
Ma in fondo sono solamente cose da rifare

Parlo sempre di te
Ma io non ti penso mai
Ed è un po’ come credere in Dio
E non pregare mai
Ora faccio cose
Vedo gente di cui non mi frega e dai!
Alla fine dimmi un po’ tu come stai

Che strano che è
Dichiarare che va bene così com’è
Ma si sa che è solo un modo di dire
Perché mi sento da sempre una mezza stagione
Oggi ho finito da me un’altra mia canzone per te
Che non potrò più farti ascoltare
Almeno che non sia cantata da milioni di persone

Parlo sempre di te
Ma io non ti penso mai
Ed è un po’ come credere in Dio
E non pregare mai
Ora faccio cose
Vedo gente di cui non mi frega e dai!
Alla fine dimmi un po’ tu cosa fai
E alla fine dimmi un po’ tu come stai

E anche se fra i nodi in gola
Non sai quale sciogliere
E anche se le cose stabili ti sembrano disordine
E se ti senti immune a tutto il male che c’è
Abbi cura di te
Abbi cura di te

Parlo sempre di te
Ma io non ti penso mai
Ed è un po’ come credere in Dio
E non pregare mai
Ora faccio cose
Vedo gente di cui non mi frega e dai!
Alla fine dimmi un po’ tu cosa fai
E alla fine dimmi un po’ tu come stai

 

Sicuramente nella canzone parla di una ragazza a cui è stato molto vicino, ma alla quale, per i fatti della vita, per episodi non voluti che lui sapeva già sarebbero avvenuti ha dovuto dire addio. Non pensarla è un modo per non sentirsi feriti, mentre parlare di lei lo aiuta, gli piace. Tuttavia, ora, Alex vuole sapere più che mai come sta questa ragazza. Interessante questo passaggio: “Oggi ho finito da me un’altra mia canzone per te /Che non potrò più farti ascoltare /Almeno che non sia cantata da milioni di persone.” Questa è una prova che non ha contatti con questa ragazza e il solo modo di contattarla è attraverso la musica. Quindi devono esserci milioni di persone che cantano la canzone, in modo da destare l’interesse della ragazza e raggiungerla. E se invece questa ragazza avesse ancora interesse? Di certo Alex W ha iniziato una sorta di libro con “Un po’ di te” che sta procedendo nei singoli dell’album.

E voi cosa pensate di questa canzone? Fatemelo sapere in un commento!

Questo articolo ha 7 commenti.

  1. Condivido il tuo pensiero ed è una grande delusione jon vedere Alex al festival, un ragazzo giovane con una scrittura d’autore, molto profondo e molto vero

  2. Condivido il tuo pensiero ed è una grande delusione non vedere Alex al festival, un ragazzo giovane con una scrittura d’autore, molto profondo e molto vero

    1. Grazie.
      Effettivamente negli ultimi anni a Sanremo è mancato un po’ il grande cantautorato, si è dato molto più spazio ad altri generi, e a show un po’ deprecabili.
      Tornando ad Alex, ha un ottimo modo di scrivere e trasporre i pensieri in canzoni anche molto orecchiabili, che girano su un ritmo preciso, cosa che denota la sua grande capacità nella scrittura e quando canta nell’interpretazione. Non è solo “potenza vocale”, come era stato definito da qualcuno ad Amici, è molto di più. Non fa musica commerciale, ma vende comunque proprio grazie a questa sua grande capacità di far passare le emozioni attraverso le canzoni. Uno degli artisti emergenti più interessanti nel mondo del Pop italiano.
      Un saluto,
      Richard 🙂

  3. Alex llega al alma con sus letras voz y música lo descubrí con sogni al cielo en Youtube cuando estaba concursando en Amici y voy a ser por siempre fan suya,grandísimo Alex y a tí agradecerte tus bellas palabras de reconocimiento hacia el que lo has descrito tal cual es,vivo y soy española Grazie mile.

    1. Gazie mille a te,¡muchas gracias! así que creo que sabes un poco de italiano por la traducción de “Sogni al Cielo”, sin embargo aprovecho para agradecerte nuevamente, gracias a ti y a toda España, un país muy hermoso que ama la música, con mucha gente que sigue mi Blog! ¡Gracias a todos mis lectores de España! ¡Un abrazote!
      Saludos,
      Richard 🙂

  4. Condivido quello che hai scritto, Sanremo sarebbe stato un modo x far conoscere Alex ma probabilmente Amadeus preferisce le buffonate e le volgarità. Alex ha sia una potenza vocale che un bellissimo modo di scrivere. Le sue persone sempre accanto a lui

    1. Sempre! Per far emergere un artista è necessario parlarne, ed è necessario il sostegno del pubblico! Le sue persone!
      È l’artista italiano più visitato sul blog, quindi credo che avrà molto successo.
      Un saluto,
      Richard 🙂

Lascia un commento

Chiudi il menu
×
×

Carrello