Ina Sonora “Psycho Virtuale” è il nuovo singolo: video e testo

In un video abbastanza perturbante, il nuovo talento femminile del rock italiano lancia questo singolo!

Innanzitutto devo chiedere scusa a Ina Sonora per non aver promosso prima questo pezzo rock iconico!

Ina ha una voce simile a quella di una giovane Loredana Bertè, ed è sicuramente una cantante che potrebbe avere successo, perché ha talento, e voglio darle il giusto rilievo.

“Psycho Virtuale” è il nuovo brano di questa giovane artista, un brano rock, che esplora il mondo del virtuale, un mondo che la stessa Ina definisce “pieno di maschere”; quanti profili falsi esistono sui social? Quanti si spacciano per qualcosa che non sono? Quanti attirano nella propria rete delle ragazzine e dei ragazzini, per poi rivelarsi degli esseri perfidi? “Tu Romano Impero, nell’Era Glaciale” è un’immagine molto forte: un’antica Roma, che però è un Impero Eterno ma che vive in un’Era Glaciale, una delle ere più terribili della storia, dove il mondo era congelato. Qualcosa di eterno, ma freddo, un falso amore, una persecuzione.

Gli attori della canzone sono in ordine di apparizione:

Psycho Virtuale: Gabriele Giaffredda
Ragazza: Andrea Galignani
Ragazzo: Davide Diamanti

Vediamo il testo della canzone:

TESTO

Incontro casuale
Per chi è a disposizione
Del buio più totale
Di ebbrezza e di tensione
Visuali, parole
Un volto da occultare
Entità più male
Per poi bucare un cuore

Tu, Romano Impero, nell’Era Glaciale
Mentre stai seduto in metro
Psycho Virtuale che non sa
Amare, (amare), Amare, (amare), Amare! (amare)
(Amare, amare, amare…)

Ritagli di rose
Rubati da un balcone
Per tutte le tue spose
Lacrime di cartone

Tu, Romano Impero, nell’Era Glaciale
Mentre stai seduto in metro
Psycho Virtuale
Ci sei tu, borghese nero
Dentro una centrale
Eeh! Eeeh

Che ti stai inventando?
Quanto sei rimasto a lungo addosso
Al fare romanticamente quelle nubi al vento
Con il sole spento?
Come un quadro falso
Colpisce lo specchio di rimbalzo
(Tu cadi, tu smetti…)

Tu, Romano Impero, nell’Era Glaciale
Mentre stai seduto in metro
Psycho Virtuale
Ci sei tu, borghese nero
Dentro una centrale
Eeh! Eeh!
Psycho Virtuale che non sa
Amare, (amare), Amare, (amare), Amare! (e!-e!)

Fatemi sapere ora il vostro parere! Cosa pensate di questa canzone?

Lascia un commento

Chiudi il menu
×
×

Carrello