Ina Sonora – Fuoco Amico – testo e video

Come avevo già annunciato in anteprima, Ina Sonora è tornata con un singolo reggae-rock

La canzone ricorda molto le canzoni reggae di Bob Marley e di Loredana Bertè, la prima a portare questo genere in Italia.

Nel video vediamo un uomo (Dimitri Luciani) che vive due vite sotto due prospettive diverse. Può combinare guai al lavoro col collega (Emanuele Negri) e con la sua compagna ( Caterina Lucchesi) , ma anche cambiare, essere gentile con lei, non perdere la pazienza al lavoro e venir così promosso dal suo datore di lavoro (Marco Leali).

Nel video vediamo Ina Sonora sdoppiarsi, ma la vediamo anche con una maschera rosso fuoco (creata da lei con delle rose) con un vestito nero con una strana fantasia verde. Tutte le maschere apparse nel video sono state create da Ina Sonora stessa.

Il video termina con la scritta, composta dal protagonista “Nothing Is Impossible” (“Niente è impossibile”) creato con un puzzle. Vediamo poi Ina Sonora accarezzare una pozzanghera, come nella copertina del singolo, e – infine – il suo logo rosso mostrato per la prima volta su Instagram, che è la scritta “Ina” creata in stile graffiti.

Alcune background vocali sono in inglese e dicono “the friendly fire” che significa, appunto, “Il fuoco amico”.

Il concetto è l’auto-distruzione e l’autolesionismo, e esploreremo meglio il significato di questa canzone nella prossima puntata della rubrica sui problemi mentali…

TESTO

Il fuoco amico mi accompagna come ieri
quando m’immaginavo il verde di un safari
Ma chi ci dà il coraggio di essere leoni
Se tante volte siamo noi i sabotatori delle nostre azioni
Che troppo spesso stiamo a terra sulle ali rotte di aeroplani
Ma ci aspettiamo che domani cambierà
na na na na
E in mente un esercito che spara a se stesso
Un punto nevralgico che manda l’anima in regresso
Nascosti dall’apatia progetti di un sogno
Frammenti di un’altra idea a metà
Na na na na
Il fuoco amico è nei cin cin dei tuoi bicchieri
Ma insieme all’alcol non ci sono vincitori
I tuoi romanzi stesi in fretta
senza inizi e senza conclusioni
Nelle tue tasche ragnatele
e centinaia d’euro di illusioni
E un’altra notte sull’altare dei “chissà”
na na na na na na na na
E in mente un esercito che spara a se stesso
Un punto nevralgico che manda l’anima in regresso
Sul tavolo dell’Ikea progetti di un sogno
ma è solo una nuova idea a metà
Ma che amarezza
ricordi persi a pezzi in una piazza
in quel paese al mare
tutto resta là tra il dire e il fare
Nel mio cappello
non c’era manco l’ombra di un coniglio
Niente prestigio è solo la realtà
na na na na na na na na
E in mente un esercito che spara a se stesso
(the friendly fire)
Un punto nevralgico che manda l’anima in regresso
Sul tavolo dell’Ikea progetti di un sogno
ma è solo una nuova idea a metà
na na na na
(the friendly fire)

Lascia un commento

Chiudi il menu
×
×

Carrello